am

Si è già alla ricerca di una caserma entro i confini della regione Attica per ospitare i detenuti che hanno debiti economici verso lo stato. Secondo il ministero della Giustizia si sta cercando  un modo per far sì che le condizioni di detenzione per chi deve scontare pene leggere siano più umane. La notizia risulta dalla relazione del vice ministro Kostas Karagounis in Parlamento, secondo cui si sta cercando una caserma in Attica per supplire alla mancanza di centri di detenzione.

In risposta ad un’interrogazione del deputato di Alba Dorata Ioànnis Lagòs sulla questione della “trasformazione di caserme in campi di detenzione per i debitori” il vice ministro della Giustizia ha detto che bisogna trovare nuovi spazi nelle carceri fuori città per i condannati con pene fino a due anni per reati di carattere economico, affinché le condizioni di detenzione siano il più umane possibile. 
Perché ciò accada, come ha detto il viceministro, si cerca una caserma in Attica che con un’adeguata ristrutturazione potrà ospitare in condizioni umane i detenuti . 

Il deputato di Alba Dorata Ioànnis Lagòs con il suo intervento aveva chiesto che tutti i detenuti stranieri fossero allontanati dal paese. 
Il signor Karagounis dichiara che la percentuale di detenuti stranieri ammonta intorno al 67% e ha annunciato che verranno avviate nuove trattative con l’Albania, affinché i detenuti albanesi per crimini gravi scontino la pena nel loro paese.
Fonte: kar.org 
Traduzione di Atene Calling


/* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:”Tabella normale”; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:””; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;}