st1:*{behavior:url(#ieooui) }
/* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:”Tabella normale”; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:””; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;}

images
La Corte Suprema ha fatto giustizia ieri pomeriggio (venerdì 26.4) sul caso dei due kurdi militanti e rifugiati politici Zeki Gurbuz e Bulent Comert Aytunc, non permettendo la loro estradizione in Turchia. Si tratta di una decisione di straordinaria importanza, che farà da guida anche nel caso degli altri rifugiati politici perseguitati, che rischierebbero torture atroci se venissero espulsi in Turchia. La decisione assume ancora più peso se si considera quanta pressione sta realizzando la Turchia sulla Grecia in questi ultimi mesi affinché i rifugiati politici vengano estradati. Anche gli articoli turchi che “richiedono” la loro estradizione continuano ad aumentare.
In seguito alla sentenza, è stato rimesso il libertà, dopo quasi due mesi di detenzione, uno dei due ricercati, il comunista ed alevita Zeki Gurbuz. Si ricorda che il Consiglio dei Giudici d’Appello di Patrasso aveva deciso in primo grado all’unanimità la non estradizione. Il giorno successivo, però, il procuratore aveva appellato la sentenza senza alcuna giustificazione.
Sul caso simile della ricercata e richiedente asilo Fadik Adiyaman, che è stata vittima di pestaggio dentro la Direzione Centrale della Polizia di Attica (GADA) in questi giorni, il Consiglio dei Giudici d’Appello di Atene ha deciso giovedì la non estradizione in Turchia, perchè è perseguitata per motivi politici. Tutte e due le sentenze seguono la tradizione della giustizia greca che protegge i diritti fondamentali dei rifugiati politici, nonostante le pressioni fatte dall’estrema destra e il maltrattamento dei rifugiati.
di Kòstas Zafeiropoulos
Fonte: efsyn
Traduzione di Atene Calling