mendicante

Martedì 16 aprile, comune di Eleusinas, centro di Selezione e di Riciclaggio di Materiali, un veicolo avanza lentamente e cammina sul piede di un operaio, che non sa nemmeno chi sia il suo capo, provocandogli fratture multiple al piede sinistro e lesioni a quello destro. Padre di cinque figli minorenni, disoccupato di lungo periodo, sia lui che sua moglie, era entrato nel programma di lavoro “caritatevole” della regione Attica attraverso l’O.N.G  “Antirropon”, sperando di poter dare da mangiare ai propri figli.

Quando è successo l’incidente, l’operaio lavorava da oltre due mesi senza essere stato ancora retribuito e sotto le condizioni peggiori, senza i bolli per la pensione, senza alcun congedo pagato e con misure di sicurezza pari a zero, nell’immondizia. Anche sua moglie non era ancora stata pagata dal programma “caritatevole” per il quale lavorava. Lo stesso giorno, hanno fatto visita a casa loro il fondatore dell’ONG “Antirropon” e il sindaco di Eleusina chiedendogli di non dichiarare che l’incidente era avvenuto sul posto di lavoro, ma di dire, invece, che era stato investito da una macchina fuori dal lavoro! Meno male che al Comune c’era un’unione sindacale che lo ha informato che, facendo una cosa del genere, avrebbe perso il diritto ai soldi per il periodo in cui non poteva lavorare, l’accesso alle cure medico-farmaceutiche, l’indennizzo eventuale, nel caso in cui rimangano dei problemi di salute.

Vi starete chiedendo, chi può essere così bravo da sopportare cose del genere. Solo gli schiavi moderni delle Organizzazioni (Non) Governative! Ma la cosa continua. Regione e “Antirropon” garantiscono che si prenderanno cura di lui, affinché possa arrangiarsi per la Pasqua insieme alla sua famiglia. Dopo aver girato dal Comune di Eleusina al Comune di Mandras, per sapere da quale servizio sociale può prendere beni alimentari, visto che la sua residenza è nel secondo comune, è riuscito a prendere qualche pacchetto di pasta! Oggi, tre mesi dopo e mentre il programma “caritatevole” va avanti, non è stato ancora pagato né lui, né sua moglie e nessuno dei suoi colleghi. Quando l’ho incontrato con le stampelle sulla spiaggia di Eleusina a chiedere l’elemosina, quando ho visto una persona piena di dignità, insieme alla figlia 13enne, che cercava di riuscire ad ottenere un piatto da portare a casa sua, sono rimasto sbalordito. Quando poi mi ha detto che la cosa peggiore è che il suo secondo piede non era completamente guarito prima della Pasqua, e perciò non era riuscito ad arrangiarsi per il Sabato Santo, mi sono arrabbiato ulteriormente.

Così ho capito come si diventa mendicanti! Ho visto in questa persona il futuro mio e di tanti altri, se non facciamo presto qualcosa. Dai vari “filantropi” possiamo solo aspettare l’umiliazione della nostra dignità. Così ci vogliono, ci conducono all’accattonaggio per far finta, dopo, di essere bravi, buttandoci un pezzo di pane cui abbiamo già diritto. La cosa cinica del caso è che questa famiglia è una famiglia Rom e la suddetta ONG è considerata anche Osservatore Nazionale dal Consiglio d’Europa per i loro diritti!

Dimitris Papanikolaou – Ex lavoratore non pagato dell’O.N.G “Antirropon”

Fonte: epohi

Traduzione di Atene Calling