ImageProxy

La SDOE (Corpo di Persecuzione del Crimine Economico) è in possesso di dati che potrebbero provocare forti turbolenze nella scena imprenditoriale e politica, dati che riguardano le fonti di finanziamento di Alba Dorata e i sostenitori dell’attività criminale dell’organizzazione. Fonti ben informate, che hanno parlato ad asofokleous.gr con la condizione dell’anonimato, sottolineano che i primi controlli indicano l’esistenza di prove certe del finanziamento di attività illegali da parte di grandi imprenditori, armatori e perfino preti.

Vale la pena sottolineare che alcuni degli imprenditori coinvolti sono già rinchiusi in carcere, mentre per altri pendono dei processi penali. Sono coinvolte anche persone insospettabili.

I dati provano una connessione di membri e organizzazioni locali di Alba Dorata con imprenditori della notte e dello sport. Si stanno formulando delle accuse anche per reati che hanno a che fare con ritorsioni, minacce e “contratti di morte”.

La SDOE ha già chiesto l’apertura dei conti bancari, per poter verificare in modo indiscutibile i primi elementi di cui è in possesso. Al contempo, dall’incrocio e dall’esame comune tra quegli elementi e le intercettazioni telefoniche di alcuni membri di Alba Dorata, si stanno verificando i rapporti con specifici imprenditori. Sembrano essere coinvolti anche degli arcivescovi.

I dati sono già stati consegnati al primo ministro, in quanto i suoi consulenti hanno richiesto un primo aggiornamento sull’andamento delle indagini, per evitare che ci siano delle fughe di informazioni.

Fonte: sofokleousin

Traduzione di Atene Calling