ImageProxy

La notizia è stata resa nota il 19 ottobre su internet: “ai limiti di una crisi umanitaria il Centro di Accoglienza di Lavrio [cittadina a sud di Atene che si affaccia sul mar Egeo, n.d.r.]”. Leggendo, abbiamo scoperto che nel Centro sono impilate 300 anime di cui 15 bambini e 65 ragazzi. I viveri sono finiti, così si nutrono con mezze porzioni di pasta scaduta, non hanno più farmaci. Il personale non viene pagato da 10 mesi. Nell’annuncio recitava testualmente:

“Lavrio, Centro per i richiedenti asilo. Lista dei bisogni, 20/10/2013. Nel Centro vivono 15 bambini, 65 ragazzi e 220 adulti. Per i bambini: latte per bimbi in polvere, pannolini. Per i ragazzi: pane, burro, formaggio (a fette), salame (per la colazione a scuola), latte, uova. Per tutti: olio, farina, carne, salsa di pomodoro, verdura, frutta. Secondariamente: pasta, riso, legumi. Per la pulizia: sapone verde, carta igienica, shampoo. Chi non può aiutare coi generi alimentari, può contribuire col proprio tempo. Occuparsi per esempio della raccolta dei beni, nelle cinque parti di Atene (Nord, Sud, Est, Ovest, Centro) per poter effettuare una missione [il 27/10, n.d.t.].

Oltre a ciò, si può aiutare facendo girare il link di questo gruppo su Facebook, per coordinarci meglio (https://www.facebook.com/groups/317217015023917/).Ovviamente chi vuole può portare da solo la propria roba al centro dei rifugiati per rendere felici se stessi e i ragazzi. Nella solidarietà, chi dà riceve più di chi prende, lo sappiamo dalla nostra esperienza. È importante chiarire che in nessun modo si accettano soldi! Quello che date, sarà in dono. Se vivete fuori Atene e volete contribuire, c’è un modo: inviate i vostri soldi a qualcuno che conoscete, lui fa la spesa che voi desiderate e ci informa per ritirarla. Così risparmiamo sul trasporto e non si creano dicerie e dubbi sulla provenienza e destinazione dei beni, che finiscono per intero ai rifugiati. Il numero di telefono del centro è 0030-22920-27744. Coordinamento per la raccolta dei beni alimentari su facebook. Aiuto immediato in beni alimentari per i rifugiati di Lavrio

(https://www.facebook.com/groups/317217015023917/).

Nota: Si prega, se possibile, non portare cose in vetro o confezioni fragili, meglio se è tutto in scatole di cartone. Ovviamente durante la raccolta tutto sarà separato e ordinato, ma cerchiamo per quanto possibile di far arrivare il tutto intero. Le cause del problema con gli alimenti e la Croce Rossa è comunicato sul gruppo Facebook. Vi ringraziamo.”

Così, ci siamo messi in contatto con i responsabili del gruppo per la raccolta dei beni alimentari, e lunedì 27 ottobre siamo andati allo spazio dove si riuniscono, la radio “105,5 al rosso” nel centro di Atene.

La risposta della gente è stata commovente. L’intero spazio era già pieno di tutto quello che era stato scritto nell’appello mentre i cittadini continuavano a portare i loro doni. Tre ore dopo, la carovana della solidarietà era pronta a partire. Quasi 30 macchine hanno lasciato la zona e dopo un’ora di viaggio, sono arrivate al Centro di Accoglienza di Lavrio.

L’accoglienza da parte dei rifugiati è stata più che calorosa. Subito, si sono create delle catene umane trasportanti i beni alimentari, mentre ai rifugiati più piccoli venivano distribuiti biscotti e caramelle.

Tra i momenti più emozionanti, quello in cui un bambino di 5 anni ci ha avvicinato chiedendoci: “magari, avete portato un po’ di latte, signore?”. E poi, quando un altro ancora più piccolo si è seduto in un angolo cominciando a piangere e mangiandosi una caramella. Quando gli abbiamo dato un pacchetto di biscotti, lo ha aperto con gioia ed è corso a darlo ai suoi coetanei, che nel frattempo ci guardavano timidamente da dietro una finestra coi ferri arrugginiti.

Al Centro di Accoglienza di Lavrio c’è bisogno di aiuti costanti e sostanziosi. Sta a noi fare in modo che questi rifugiati non vengano dimenticati, che non soffrano il freddo nell’inverno, che i loro figli non siano malnutriti. Chi desidera aiutare offrendo qualcosa, può mettersi in contatto col gruppo di sostegno:

https://www.facebook.com/groups/317217015023917/

Fonte: kar

Traduzione di Atene Calling.org