ImageProxy (3)

In un ristorante di Omonia, un ragazzo di 28 anni è stato picchiato a morte mentre tentava di chiedere al responsabile della società i soldi maturati da una sua amica, che fino a qualche tempo prima aveva lavorato là. Il feroce omicidio è stato commesso martedì in un ristorante di via Geraniou [Atene, n.d.t]. Il 28enne, proveniente da Pinia Ilias [nel Peloponneso, n.d.t] era padre di un ragazzo, minorenne. Secondo la polizia, l’autore dell’omicidio è un 39enne, che agiva sotto l’ordine del proprietario del ristorante, un uomo di 43 anni.

Secondo l’annuncio della Polizia, gli autori del crimine agghiacciante “sono 2 greci di 39 e 43 anni, arrestati e contro i quali è stato formalizzata l’accusa penale per i reati di omicidio premeditato e di concorso nel sudetto atto”.

Come risulta dalle indagini “la vittima, insieme a due amici, un greco ed una greca, si sono recati nel pomeriggio del 19.11.13 in un ristorante di via Geraniou, intorno a piazza Omonia, affinché la ragazza greca ricevesse i soldi guadagnati con il suo lavoro, in tempo precedente, presso il sudetto negozio. Appena il 43enne, proprietario del ristorante, è stato informato della presenza e della richiesta dei soldi maturati dalla greca, ha chiamato il 39enne perché si recasse al ristorante. Appena è arrivato, ha cominciato a litigare con la vittima e lo ha picchiato con pugni sul volto e sulla testa. Quando la vittima è caduta per terra, ha continuato a picchiarlo, con intenzione omicida, sul volto e sul corpo con calci e pugni”.

Il 28enne è stato portato all’ospedale con l’ambulanza del pronto soccorso, dove è morto.

Fonte: ertopen

Traduzione di AteneCalling.org